Libri

Marc Luyckx Ghisi

Il concetto di disincanto del mondo forgiato da Max Weber all'inizio del xx° secolo si iscriveva in una cultura caratterizzata dalla ricerca di una conoscenza che si riteneva oggettiva, universale ed indipendente dalla cultura che la generava. Questo libro si apre con una storia ambientata nella prima metà del XXI secolo. Dedico questo prologo alla memoria di Willis Harman. Willis, che, alla fine della sua vita, insisteva fortemente sull’importanza di creare e diffondere scenari positivi del futuro, credeva che l’impatto di questi scenari agisse positivamente ad un livello morfo-genetico sulla coscienza umana globale e ne determinasse la positività pre-annunciata. Ci ha così investiti di una grande responsabilità. Agiremo dunque insieme sul futuro, raccontandolo.

Co-creare la nuova civilità

Politica e economia: verso la Solidarietà, l’Ecologia, e la Gioia.
Traduzione dal Francese : Olga Capolino, Francesco Villano, Julia Castiglione.

Revisione: Mimmo Mallardi.
2° edizione: 9 novembre 2015.

INDICE
PRIMA PARTE: L'AGONIA DI UN MONDO
INTRODUZIONE: Cinque livelli di cambiamento
CAPITOLO 1: Pericolo di autodistruzione
CAPITOLO 2: La fine del patriarcato
CAPITOLO 3: La modernità è finita
CAPITOLO 4: La fine della società industriale
CAPITOLO 5: La fine delle strutture piramidali
SECONDA PARTE: LA NUOVA CIVILTÀ
INTRODUZIONE: Cinque livelli di rinascita
CAPITOLO 6: Un nuovo paradigma politico: la non violenza fra Stati
CAPITOLO 7: Tre cambiamenti degli strumenti di produzione in 5000 anni
CAPITOLO 8: L'economia della conoscenza, un nuovo paradigma economico
CAPITOLO 9: L'economia della conoscenza, lo scenario negativo
CAPITOLO 10: La transmodernità : una nuova fase della civiltà
CAPITOLO 11: Le donne, due volte più efficaci nella società della conoscenza
CAPITOLO 12: Sta avvenendo il cambiamento dei valori verso la vita
CAPITOLO 13: Un’educazione che entusiasmi nuovamente
CONCLUSIONE GENERALE: E’ LECITO SPERARE
ALLEGATO 1: Una Storia del XXI secolo: siamo nel 2050
ALLEGATO 2: Figure e Tabelle
ALLEGATO 3: Una definizione dei paradigmi: premoderno, moderno e trasmoderno
ALLEGATO 4: Il principio di sussidiarietà (nota interna in francese).